Economia


L'economia deve occuparsi di ciò che possiamo permetterci. Dal punto di vista finanziario, ma anche ecologicamente e socialmente. Non possiamo e non dobbiamo superare i limiti della Terra. E tutti hanno diritto alla loro giusta quota - specialmente gruppi vulnerabili: persone bisognose, persone nei paesi poveri e gli animali che popolano la Terra con noi. La crescita economica continua è un'illusione in un mondo con riserve finite e capacità limitata di ecosistemi. Eppure, la maggior parte dei governi basano la loro politica ciecamente sulla crescita economica. In questo contesto, i cittadini sono visti principalmente come consumatori e animali come mezzi di produzione o beni di consumo.

Un'economia in crescita non significa per definizione che la società stia bene o che i cittadini siano felici. Non più prosperità, ma più benessere deve essere la bussola della nostra collaborazione. Un ambiente di vita piacevole, aria pulita e una natura sana dovrebbero essere un contributo positivo per la nostra prosperità e il nostro benessere. Attività che danneggiano l'ambiente, la salute pubblica o il benessere degli animali, come l'industria del bestiame, le centrali elettriche a carbone e l'estrazione di gas, dovrebbero invece essere conteggiati come contributo negativo. Sfortunatamente, questo è il contrario nel sistema attuale.

Per determinare e orientare la politica, i governi devono quindi utilizzare indicatori che orientano verso un'economia sostenibile e solidale. La biodiversità, il benessere degli animali, i mezzi di sussistenza e un ambiente di vita pulito e sicuro sono fondamentali per questo.

Collegato

Partiti per gli animali olandesi e portoghesi orga­nizzano una confe­renza mondiale per affrontare l'eco-crisi

Il Partito per gli Animali olandese (PvdD) organizza insieme alla sua sorella portoghese Persone-Animali-Natura (PAN) questo fine settimana a Porto una conferenza mondiale dal titolo "Eco-Crisis: Inversione della marea". Il tema centrale è la lotta alla crisi della biodiversità. Insieme ad altri 14 partiti affiliate e 33 ONG e professionisti di oltre 25 paesi, i due partiti vogliono mettere la dis...

Notizie