Worldlog Settimana 49 – 2012


3 dicembre 2012

Nel Worldlog della settimana scorsa ho raccontato della nostra mozione nella quale chiediamo al governo di lavorare per migliorare i criteri degli incentivi europei per l’agricoltura. E ci siamo riusciti! Questo è un bel passo per finire un finanziamento diretto ed indiretto delle megastalle con i soldi delle tasse.

Questa settimana c’è stato un cambiamento importante nella battaglia contro la tecnologia genetica. Il comune della città olandese Nijmegen è il primo comune in Europa che è dichiarato privo di tecnologia genetica in tutto l’Europa. Congratulazioni a Nijmegen! Grazie all’iniziativa “Nijmegen privo di tecnologia genetica”, è stato realizzato un cambiamento importante nella battaglia contro la sempre più popolare manipolazione genetica nell’agricoltura. Siamo l’unico partito politico che si dichiara esplicitamente contro ogni forma di manipolazione genetica. La tecnologia genetica danneggia l’integrità delle piante e degli animali. Questa tecnica è anche un grande rischio per l’uomo, gli animali e la biodiversità. Molti problemi nascono poiché le multinazionali utilizzano la tecnologia per produrre dei cibi geneticamente manipolati. Questi cibi sono pieni di insetticidi che vengono dispersi anche nell’ambiente. L’introduzione di questi cibi in Europa è quindi un’idea cattiva per mantenere la qualità della terra e del cibo e anche per la nostra libertà di scelta. Abbiamo già tante sfide senza i cibi prodotti senza la tecnologia genetica, a causa dell’influenza dell’intensificazione dell’agricoltura e l’allevamento del bestiame.

Dal Belgio è venuta un’iniziativa molto bella che si trova su YouTube per far capire alla gente che dobbiamo cambiare il nostro modo di vivere in modo da lasciare un mondo migliore per i nostri figli. Ascoltate qui: Sing for the Climate.

Con fatica ho guardato lo spreco di latte durante le proteste dei latteifici questa settimana a Bruxelles. Immaginate di essere un latteificio con 80.000 euro di incentivi da Bruxelles all’anno e ancora decidere di lavorare in questo modo. Secondo me è proprio il massimo di decadenza: sprecare il latte inteso per i vitelli, al costo della vita dei vitelli e le loro madri.

Una bella novità: la camera mi ha risposto alle mie domande che la partecipazione del “dipartimento cucina” della camera avrebbe dovuto rifiutare l’invito dell’Associazione Reale di Cacciatori Olandesi sulla loro barca. Il giornale “Il Cacciatore Olandese” ha evidenziato che era stato invitato l’intero dipartimento cucina del ristorante della camera (i manager, cuochi, camerieri e tirocinanti del ristorante) sulla barca.

L’Associazione era molto chiara sull’obiettivo dell’attività di pubbliche relazioni: “L’Associazione vuole chiamare l’attenzione del governo sul consumo della carne selvaggia, poiché la camera decide sul futuro della carne selvaggia olandese”. Avevo fatto sapere alla camera che l’integrità della decisionalità politica era compromessa in questo modo. Per fortuna anche la camera l’ha capito!

Mancano tre settimane prima delle ferie natalizie e nella camera vi sono dei dibattiti sul programma finanziario. Cioè viene discusso il programma finanziario di ogni ministero per il 2013. E’ sempre un periodo impegnativo, ma molto importante. Cerchiamo di influenzare il più possibile il programma finanziario di almeno il ministero di Economia e il ministero dell’Infrastruttura e l’Ambiente.

Buona settimana! Saluti, Marianne