Worldlog Settimana 47 – 2013


18 novembre 2013

Domenica scorsa è stato una giornata molto bella nella città olandese Daarle durante una visita al “nostro” bosco di protesta. Assieme a 100 dei 4800 acquirenti di natura abbiamo visitato l’area. Dopo la nostra azione il governo ha fermato la vendita della natura nei Paesi Bassi, iniziato dal sottosegretario Bleker. Come motivazione ha dato sottosegretario Dijksma il malessere sociale che si è creato riguardante la vendita di natura. Abbiamo giocato un ruolo importante nell’organizzare della resistenza crescente contro la svendita della natura. Attraverso una “campagna di foresta-finanziamento” è stato raccolto un quarto di milione di euro in poco più di due settimane per riscattare la natura più vulnerabili. Con successo: durante l’asta abbiamo acquisito circa 100.000 metri quadrati delle parti più vulnerabili della natura. Vedi qui sotto un piccolo reportage fotografico.

20131110_238720131110_249520131110_2408

Successo per i gatti nei Paesi Bassi! La scorsa settimana è stata accolta la nostra mozione che chiede al governo di vietare l’uccisione di gatti randagi. La Protezione-Animali ha iniziato alcune settimane fa una grande azione contro l’uccisione di gatti, con il risultato di più di 134 mila firme raccolte. La settimana scorsa la Protezione-Animali ha offerto queste firma al sottosegretario che però ha detto che non vuole vietare la caccia ai gatti. Sono molto felice che la maggioranza della Camera si sia espressa a favore della nostra mozione per porre fine all’uccisione di gatti.

Nei Paesi Bassi vivono tre milioni di gatti, di cui un numero imprecisato vive allo stato selvatico. Noi siamo per un approccio umano ed efficace per ridurre il numero di gatti randagi e di tenerlo sotto controllo. Noi ci battiamo con successo per la registrazione e la sterilizzazione degli animali!

thomas

Meat the Truth, il nostro film su, tra le altre cose, il legame tra la carne e il cambiamento climatico, è stato presentato la scorsa settimana a Zurigo! In seguito ho avuto un’intervista tramite Skype. E bello vedere che il nostro messaggio continua a diffondersi.

Un interessante articolo dall’editorialista del New York Times, Thomas Friedman, sulla crescita letteralmente mozzafiato della Cina. Leggilo qui.

Il PvdA (Partito Laburista) ha votato la scorsa settimana contro la nostra mozione sul divieto di mega-stalle, che era, da notare bene, prima presentata dall’ex deputato PvdA Sharon Dijksma (ora sottosegretario). Incomprensibile perché nell’accordo di governo con il VVD (a favore delle mega-stalle) non è stabilito niente a riguardo delle mega-stalle ed anche perché c’è una maggioranza nella Camera per fermare le mega-stalle. Un cambiamento radicale da parte del Partito Laburista. Fra alcune settimane abbiamo un ampio dibattito sulle mega-stalle e spero che il partito laburista ricambierà idea mantenendo le sue promesse elettorali!

Megastal 38

Un saluto,

Marianne