Worldlog Settimana 46 – 2012


12 novembre 2012

Per fortuna che Barack Obama è diventato di nuovo presidente e cosi ha potuto evitare il peggio per gli Stati Uniti. Adesso basta sperare nelle intuizioni nel campo della compassione e la sostenibilità. Se confrontassi i risultati delle elezioni negli Stati Uniti con la situazione nei Paesi Bassi, dovresti spiegare gli esiti negli USA come segue: “ l’elettore ha deciso che Obama e Romney dovranno farlo insieme.” Infatti, oltre alla presidenza ci sono maggioranze diverse nella Camera Dei Deputai e nel Senato. In questo senso si può dire “Molto rumore per nulla”.

La mia preferenza di voto per queste elezioni del presidente degli Stati Uniti era per Jill Stein. Era la candidata verde alle elezioni. Il suo obiettivo è di trasformare la Casa Bianca in una “Casa Verde”. Voglio ringraziarla tanto per avere portato compassione sostenibilità nella campagna! Davvero grande!

Più attenzione alla sostenibilità per combattere il cambiamento del clima negli Stai Uniti, non è, per dire poco, un lusso esagerato. Guarda qui la ricostruzione dopo l’uragano Sandy.

Venerdì scorso la regina Beatrice ha visitato la provincia del Brabante Settentrionale. La regina ha partecipato a una conferenza sugli allevamenti intensivi nella provincia. È una buona cosa che la conferenza sugli allevamenti intensivi si è svolta nel Brabante e che durante la visita della regina si è dedicata attenzione a questa problematica.

È comunque importante che la regina abbia ricevuto un quadro completo dei problemi che ci sono in Brabante e perciò era importante che ci fossero, a parti gli agricoltori e abitanti del villaggio, anche organizzazioni sociali e rappresentanti delle organizzazioni degli interessi durante i colloqui. Ho quindi fatto delle interrogazioni parlamentari riguardante i presenti ai colloqui, perché si ha l’impressione che residenti preoccupate e organizzazioni ambientalisti hanno dovuto comunicare più che altro tramite striscioni con Sua Maestà.

PiepVandaag, una comunità d’internet di persone che si battono per gli animali, la natura e l’ambiente, ha avviato una raccolta di firme contro le attività crudeli dell’artista belga Jan Fabre. Questo presunto“artista” ha gettato dei gatti in aria che poi cadevano su una scala per delle riprese di un film, nell’ambito di un progetto d’arte. Alcuni dei gatti non sono cadevano sulle loro zampe e le urla dei gatti ti fanno chiudere la gola. Incredibile che una persona può fare ciò con esseri viventi con una coscienza e un sentimento! Fabre ha intonacato in precedenza il soffitto del Palazzo Reale in Belgio con lo scudo di 1,5 milioni di scarabei gioiello dalla Thailandia. Firma la petizione (olandese) su http://www.piepvandaag.nl/petitie-stop-jan-fabre/ .

Un bell’esempio di come vanne le cose nel settore bancario: A Loo With a View. Come banchieri di Francoforte guardano letteralmente dall’alto in basso alla folle che li ha resi ricco.

Alla prossima settimana!

Marianne