Worldlog Settimana 34 – 2009


21 agosto 2009

Bentornato a tutti, spero che abbiate passato una piacevole estate e che avete caricato le batteria per eliminare dal mondo la sofferenza degli animali.

Io ho trovato molta energia durante il Festival Mondiale di Veganismo a Rio de Janeiro, dove ho incontrato Marly Winckler, una vera power woman che farà si che il veganismo sarà un grande successo in Brasile, specialmente perché lei è in grado di trasmettere quanto danno la consumazione mondiale di carne arreca al bellissimo Brasile.

E forse darà il suo appoggio ad un partito brasiliano per gli animali. Mi ha promesso di pensarci seriamente. Un grande passo è realizzabile lì se 1 su 100 brasiliani votasse per gli animali, ed in un paese con obbligo di voto questo deve essere certamente possibile.

Festival Mondiale di Veganismo a Rio de Janeiro

In Olanda il giornale DePers ha fatto un analisi del successo del Partito per Gli Animali nei primi due anni che esistiamo. Nel contesto di questo world log non possiamo proporvi tutto l’articolo, ma lo trovi qui e con google translate puoi trovare una traduzione nella tua lingua.

È carino il cambiamento nel pensiero che viene trasmesso nell’articolo:

Giugno 2007
Il Ministro dell’Agricoltura Verburg non vuole toccare la carne
In risposta a delle domande fatte in parlamento da parte del Partito per gli Animali il ministro scrive:” Nel caso in cui le proteine animale nella nostra dieta fosse sostituite da proteine vegetali la pressione ambientale si ridurrebbe.” Ma lei non ne vuole interferire. Gli obbiettivi climatici possono essere raggiunti prima “ senza intervenire nel modello di consumo”. Informazioni a tale proposito non ci saranno.

Giugno 2008
Ministro Verburg fa una cauta inversione di tendenza
Il ministro ha fatto fare un rapporto, da parte di ricercatori a Wageningen, riguardante il film “ Meat The Truth”. Scrive poi che il film contiene delle imprecisioni. Ma “ presumibilmente un spostamento nel consumo da proteine animali verso proteine prodotte in modo più sostenibile e proteine vegetali” sarà necessario.

Ministero Verburg dell’Agricoltura

Ottobre 2008
Mangiare carne è diventato un argomento politico
Appaiono due rapporti, su richiesta del Ministro Verburg ed il Ministro dell’Ambiente Cramer. Nelle introduzioni leggiamo: “ Dopo l’uscita di “Meat The Truth” da parte Del Partito per gli Animali (PvdD), la consumazione di carne e gli effetti ambientali che ne conseguono sono messi espressamente sull’agenda politica. Nel film e nelle domande nel parlamento da parte del PvdD viene fatto un collegamento tra l’effetto serra e la consumazione di carne negli Paesi Bassi. I ministeri di VROM (edilizia, spazio pubblico ed ambiente) e LNV (Agricoltura, Natura e Qualità degli Alimenti) ne hanno anticipato finanziando una ricerca sul gas serra, ed altri effetti ambientali cosi come l’impatto sociale di una sostituzione di carne e prodotti lattiero-casearii da parte di altre fonti di proteine.”

Giugno 2009
Il Ministro Verburg promuove il consumo di insetti
Alla presentazione della sua nota Alimenti Sostenibili Verburg mostra il “cibo del futuro”: insetti fritti e ‘crocchette di carne’ senza carne. Adesso riconosce più che mai che il (crescente) consumo di carne è un problema e fa un appello a favore degli alimenti sostenibili. Questo non vuole dire automaticamente mangiare vegetariano, ma che proteine vegetali dovranno andare a sostituire quelli animali. I Paesi Bassi devono essere nel 2015 “leader” per quanto “riguarda gli alimenti sostenibili e deve essere allora un esempio per la comunità internazionale.”

Luglio 2009
La riduzione del consumo di carne è una priorità del governo
Assieme ai ministri Cramer e Koender (ministero per la collaborazione con i paesi in via di sviluppo) il ministro Verburg pubblica una “Agenda Politica Sistemi di Alimenti Sostenibili”. È una risposta ai rapporti di ottobre, che a loro volta sono una reazione alla richiesta del PvdD. I ministri: “ produzione di prodotti lattiero-casearii mette una grande peso sull’ambiente, una crescita sfrenata avrebbe grande conseguenze per il sistema ecologica mondiale. Il governo lo ritiene un problema di tale urgenza, che è stato nominato priorità di governo, sotto il tema Biodiversità, Alimenti e Carne.” Oltre al fatto che la carne ed i prodotti lattiero-casearii dovranno essere prodotti in modo più sostenibile, dobbiamo mangiare negli Paesi Bassi più sostituti della carne.

Adesso (Agosto 2009) il ministro Verburg ha messo a disposizione un fondo di sovvenzionamento , del valore di 1,7 milioni di Euro, per idee riguardante i sostituti della carne. E non solo i Paesi Bassi saranno nel futuro più vegetali. Guarda quel che ha scritto The Times il 10 agosto.

Grandi passi sono da fare per tutti coloro che credono in un mondo con più compassione e sostenibilità, mettiamoci al lavoro con impegno!

Saluti,

Marianne