Worldlog Settimana 08 – 2011


25 febbraio 2011

Come la settimana scorsa anche questa settimana è ricca di attività della campagna elettorali per le elezioni provinciali e del Senato.

In questo Worldlog un impressione delle attività!

Venerdì sono andata a due villaggi nelle provincie dell’Olanda Meridionale e l’Olanda Settentrionale per un’azione contro l’allevamenti in mega-stalle. E nel frattempo ho rilasciato varie interviste, tra le quali una con la testata Tedesca Der Spiegel riguardante il Partito per gli Animali. Qui sotto una foto della nostra azione nell’Olanda Meridionale.

Ed una foto di un nostro simpatizzante super fanatico del Brabante Settentrionale. Il tabellone si trova nel suo giardino!

Martedì ho fatto alcune interviste radio e sono stata impegnata nelle riprese per il filmato per le elezioni che da venerdì è online. È in Olandese, ma le immagine parlano da sole.

Lunedì 21 Febbraio sono stata ad una azione nella provincia di Overijssel contro la caccia all’oca. Prima ho offerto assieme al nostro capolista in Overijssel simbolicamente un sacco con sementi di trifoglio bianco all’assessore Cor van den Berg del comune di Olst-Wijhe come alternativo amichevole alla caccia alle oche. Trifoglio bianco è molto ricco di proteine e cosi molto appetibile per le oche. L’idea è che le oche dopo aver mangiato il trifoglio bianco lasciano in pace le colture sui campi. Oltre all’offerta del sacco di semi di trifoglio è stato anche posizionato un cartello d’oca vicino al cartello del comune di Olst-Wijhe. I Paesi Bassi hanno una responsabilità internazionale come zona di migrazione e svernamento per le oche ed i fischioni. Il ritorno delle oche come uccello che si riproduce qui è un successo della politica naturale che deve essere mantenuto!

Secondo una ricerca del sondaggista Maurice de Hond (commissionato dall’organizzazione per il benessere dei animali WSPA) circa un quarto di tutti Olandesi “fa pesare sostanzialmente” ‘argomento benessere animale nel determinare il loro volto alle elezione per il consiglio provinciale. Speriamo che questo avrà effetto sui seggi che andiamo ad ottenere per gli animali, la natura e l’ambiente.

L’ex ministro dell’ambiente della VVD, Pieter Winsemius, e l’ex ministro di Agricoltura e Natura del CDA, Cees Veerman, hanno fatto un appello di non votare ai rispettivi partiti a queste elezione proprio per la politica naturale disastrosa di questo governo. In fondo gli elettori Olandesi hanno una sola possibilità per mostrare le loro spinte verdi nella scelta del voto: votare per il Partito per gli Animali!

Ed infine: 14 ragioni per votare per il Partito per gli Animali da The Huffington Post!

La prossima settimana vi posso raccontare di più sul’esito delle elezioni provinciali. Fino ad allora!

Marianne