Worldlog Settimana 35 – 2011


2 settembre 2011

Quest'estate ho fatto uno stage per il programma televisivo Een Vandaag (un programma che riguarda temi di attualità). Per un giorno facevo la giornalista e ho fatto una trasmissione sul Dialogo Sociale sulle Megastalle. Il segretario di Agricoltura ha cominciato via internet un "dialogo" con il popolo su quanto le megastalle hanno un appoggio, ma il popolo ha espresso di non sentirsi ascoltato nella discussione. Questo era per me il motivo per cui ho voluto approfondire il dialogo – o meglio, "monologo" – sulle megastalle quest'estate. Siete curiosi a vedere la trasmissione? Si può vedere qui (parlato in olandese però).

Nel quotidiano inglese "The Independent" vi era un'interessante articolo su un sondaggio che ha rilevato che a livello mondiale il consumo di carne è diminuito grazie all'incremento dei cosidetti "flessitariani": 'Flexitarians' driving global move away from meat consumption.

Le persone hanno diversi motivi per non mangiare la carne. Il benessere degli animali e il danno all'ambiente e alla natura sono esempi di questi motivi. Ma la gente sceglie anche spesso una dieta vegetariana per motivi di salute.

Sempre più frequenti sono gli avvisi delle organizzazioni che si occupano della salute, per quanto riguarda il pericolo dell'allevamento di bestiame per la salute del popolo. Questa settimana stessa il Consiglio per la Salute (un'ente indipendente che consiglia il governo olandese) ha raccomandato di diminuire l'utilizzo di antibiotici nell'allevamento di bestiame e di non utilizzare gli stessi antibiotici che vengono utilizzati nella medicina per l'uomo. Sono sempre in aumento il numero di batteri pericolosi provenienti dall settore del bestiame che sono resistenti per tanti tipi di antibiotici, e di conseguenza sono difficili da trattare.

In Danimarca l'Istituo Nazionale Danese per il Siero ha pubblicato un report sulla trasferibilità del batterio MRSA che è resistente agli antibiotici. Il report dimostra che nel 2010 le prime persone sono state affette dal MRSA in Danimarca con il tipo suino CC398 senza essere state in contatto con i maiali. Ho chiesto al Ministero della Salute di indagare se vi sono degli olandesi che si sono contaminati da uomo a uomo con un variante comune del batterio MRSA.

Secondo il report annuale sul MRSA si tratta di 15 persone nella Danimarca. Nel report si parla di un dato "preoccupante". Il percentuale di contaminazione con la variante CC398 era del 10% nell'anno scorso sul totale di contaminazioni con MRSA. Questo numero era cresciuto con il 25% rispetto al 2009.

Se anche nei Paesi Bassi vi sono delle persone contaminate con il batterio proveniente dal bestiame senza essere state in contatto con gli animali, può essere un segno di mutazione del batterio resistente agli antibiotici. Questo mi preoccupa tantissimo. Per questo motivo il ministro deve indagare ulteriormente e istaurare delle regole preventive per controllare i rischi grossi dell'utilizzo en masse di antibiotici nell'allevamento di bestiame.

Infine vi è una buona notizia per l'orca Morgan, che è stato trovato in acque olandesi in uno stato debole e malato nell'anno scorso. E' stato curato nel Dolfinario Olandese e aumenta tutti i giorni la possibilità che Morgan tornerà tra poco al mare. Sono stati registrati i suoni di una popolazione di orca dal gruppo di isole norvegese Lofoten, che corrispondono alle registrazioni di Morgan, quindi si ipotizza che siano parenti. E' necessario trovare la famiglia di Morgan purché possa tornare al mare. Vi sono delle ricerche in corso per approfondire meglio se si tratta effettivamente della famiglia di Morgan.

L'ultima novità è che sono molto contenta che il sistema politico olandese dia alle donne la possibilità di combinare la famiglia con una carriera politica. Andrò in maternità il primo quarto del 2012 e in questo periodo Anja Hazekamp (membro del Partito per gli Animali nella provincia di Groningen) mi sostituirà. Dopodiché riprenderò il prima possibile il mio lavoro nel parlamento;-)

Alla prossima settimana!