Worldlog Settimana 47 – 2012


19 novembre 2012

Posso cominciare con una bella notizia: i Paesi Bassi danno un caldo benvenuto al lupo, se dovesse attraversare i confini della Germania. Questa settimana il segretario di Economia ha promesso di aggiungere il lupo all’elenco di animali protetti, seguendo la nostra richiesta. Rimane un punto interrogativo quando il lupo arriverà nei Paesi Bassi, ma si sa che i lupi tedeschi vivono sempre più vicino ai confini olandesi. Riteniamo che il lupo sia più che benvenuto nei Paesi Bassi, addirittura è una ricchezza per la natura!

Il lupo espande sempre di più il suo territorio. Purtroppo è uscita questa settimana la notizia che la panda non si riesce a salvare. Per il riscaldamento del pianeta il bambù (il cibo della panda) non crescerà quasi più nelle zone dove vive la panda. E’ tristissimo che siamo troppo tardi ad adeguare i nostri comportamenti e quindi non si riesce a salvare quest’animale bellissimo.

La settimana scorsa abbiamo avuto il dibattito seguendo le dichiarazioni del governo. Finalmente ha insediato i governo “Rutte” (il primo ministro), ma le prime settimane caotiche di questo governo non danno molta speranza per il futuro. Il premier Rutte ha detto: “Problemi hanno rinforzato i legami tra i partiti, non posso darvi garanzie”. C’è quasi il rischio che la crisi politica domini quell’altra crisi, guardate http://www.boston.com/bigpicture/2012/11/austerity_protests.html. Durante il dibattito ho proposto cinque mozioni per annullare il programma distruttivo del ex ministro Bleker per quanto riguarda la natura, l’ambiente e gli animali. Tra l’altro la “Nota Benessere degli Animali” di Bleker deve essere modificato per tutelare davvero gli animali.

Abbiamo anche lavorato sul progetto della produzione rischiosa di concime. Vogliamo che finisca la produzione che crea grossi pericoli per chi ci abita vicino e anche per l’ambiente. Una ricerca del programma televisivo “KRO reporter” ha dimostrato che vi è molta frode e molti aggiungono sostanze illegali al concime. Questo crea un “cocktail” pericoloso e inquina molto la terra.

Questo concime è prodotto poiché non ce n’era abbastanza. Lo stato ha già pagato 345 milioni di euro in incentivi, chiamandolo “corrente verde” per aumentare la quantità di concime nei Paesi Bassi. Sempre più persone si dimostrano contrarie a questa tendenza. Molte persone che abitano vicino lamentano un odore spiacevole che a volte causa mal di testa e nausea per alcuni giorni. Crediamo che la salute del popolo e l’ambiente meritino tutela contro le interesse economiche dell’industria del bestiame.

Il comune di West Hollywood chiede un divieto della vendita di pelliccia. Sarebbe un bell’esempio per il resto del mondo se questo divieto venga implementato.

In Sud Africa ad un cacciatore di frodo tailandese sono stati dati 40 anni di carcere per la caccia di frodo illegale che ha visto coinvolta l’uccisione di rinoceronti. Se li è meritato!

L’International Food Policy Research Institute mostra meravigliosamente come la richiesta di carne sia aumentata in modo esplosivo negli ultimi 40 anni. La fame di carne sulla terra ha causato che nel 2010 siano stati allevati quasi tre volte gli animali rispetto al 1970. Ad esempio: nel 2010 sono state allevate 19,4 miliardi di galline (?!) nel mondo che vivevano in circostanze orrende per soddisfare la nostra fame di carne.

Esiste un’importante petizione di Greenpeace per proteggere il polo nord contro la ricerca di petrolio. Non avete ancora firmato? Firmate qui.

Un saluto, Marianne