Worldlog Settimana 09 – 2011


4 marzo 2011

In questo Worldlog vorrei parlarvi dell’ultima settimana quando vi sono state le elezioni. Ancora non è chiaro se la coalizione del Senato di VVD/CDA con il supporto del PVV abbia la possibilità di far passare le sue iniziative per la Camera. Nei Paesi Bassi la maggioranza nella Camera viene raggiunta con 38 seggi. La coalizione ne ha 37. Solo con il supporto di piccole frazioni, come ad esempio SGP (il Partito Riformato) che ha un solo seggio, è possibile raggiungere la maggioranza. Solo il 23 maggio sarà definitivo come vengono divisi i seggi. Nel frattempo speriamo che la coalizione non avrà la maggioranza.

E’ un peccato che, nonostante abbiamo partecipato alle elezioni delle provincie in dieci provincie, in solo sette provincie siamo riusciti ad ottenere un seggio. Nelle provincie Overijssel, Zeeland e Limburg non abbiamo raggiunto un seggio nonostante le previsioni positive prima delle elezioni. Probabilmente molti elettori hanno avuto l’impressione negli ultimi giorni di dover scegliere tra sinistra e destra e di dover anche decidere in base agli argomenti nazionali piùttosto che provinciali. Ma siamo riusciti a mantenere il nostro seggio nella Camera e questo mi fa piacere!

Bram van Liere, il nostro futuro membro per le provincie nella provincia di Noord-Holland davanti al comune di Haarlem.

Tutti abbiamo lavorato molto per una campagna fantastica e molto visibile. Di nuovo abbiamo dato ispirazione a molte persone. Gli altri Partiti hanno preso alcuni dei nostri argomenti come ad esempio le megastalle e la natura e questo è quello che vogliamo raggiungere. Siamo la lepra nella maratona e non sempre è un ruolo glamoroso. Ma anche nei prossimi quattro anni saremo nelle sette provincie le lepre che chiederanno attenzione per gli animali, la natura e l’ambiente. E ci riusciremo, come siamo riusciti anche nella Camera. Addirittura nelle provincie con una maggioranza che da poco priorità alla natura, lavoreremo per combattere le megastalle e proteggere la natura. Siamo fedeli ai nostri ideali e vogliamo far diventare i Paesi Bassi un paese più durevole e sostenibile.

Nel Senato il lavoro andava avanti come al solito questa settimana. Una nostra mozione che era stata presentata in collaborazione con il Partito Socialista (SP) e il Partito del Lavoro (PvdA), non ha raggiunto una maggioranza nel Senato. Siccome la PVV non ha supportato la mozione, la mozione è stata rigettata con 78 contro 72 voti. La mozione riguardava la sicurezza per gli incendi nelle stalle. Negli ultimi cinque anni sono morti quasi un millione di animali a causa di incendi nelle stalle; una media di cento animali al giorni muore in modo orribile.

Nell’ultimo anno abbiamo preteso diverse misurazioni per migliorare la sicurezza per gli incendi nelle stalle. Al momento l’apposito accordo del 2003 considera le stalle “industria leggera” e di conseguenza gli animali vengono classificati come “merci” per quanto riguarda la sicurezza per gli incendi. Non vi sono quindi delle regole per i materiali delle stalle al momento. Grazie alla mancanza del PVV però le misure necessarie per proteggere gli animali contro gli incendi nelle stalle continueranno a mancare. E’ chiaro. Il PVV non vuole regole per gli incendi nelle stalle, ma noi continuiamo a pretenderle!

Alla prossima settimana,

Marianne