Worldlog Settimana 38 – 2009


18 settembre 2009

É stata una bella settimana! Martedì l’inizio con “Prinsjesdag” dove il cappello da cuoco con la scritta “Meat free Mondays” ha avuto tutta l’attenzione da parte dei media ed il pubblico durante la sfilate dei cappelli che si svolge tradizionalmente assieme alla proclamazione del “Discorso del Trono.”

Fino in Brasile se ne è parlato! Guarda qui.

Durante il dibattito parlamentare riguardante il nuovo bilancio ho chiesto l’attenzione per il fatto che gli alberi non crescono fino al cielo, ma invece vengono abbattuti molto velocemente.

Nell’ottica di “mai perdere l’occasione di una buona crisi” ho chiesto al governo di dedicare più tempo, energia e denaro nelle proteine vegetali, e la riduzione del consumo di carne, pesce ed prodotti lattiero caseari. Esattamente come proposta da parte del Ufficio per la Pianificazione Ambientale.

Inizialmente sembrava che non ci fosse una maggioranza per questo piano ( la maggior parte dei partiti tradizionali ancora non vede il collegamento tra problemi climatici, disboscamento, la crisi delle malattie degli animali, la problematica della biodiversità, problemi di salute, problemi riguardante l’acqua dolce e la scarsità alimentari ) ma il presidente del consiglio Balkenende ha perfino accolto la mozione: il governo farà uno studio su una tassa sulla carne!

Ho visto il nostro ministro delle Finanze Wouter Bos guardare con occhi felici quando il Presidente del Consiglio ha annunciato lo studio ( Wouter Bos stesso è vegetariano), ma il Ministro dell’Agricoltura si stava muovendo in modo disturbato sulla sua sedia nella seconda fila. Lei aveva dichiarato al più importante TG dei Paesi Bassi che in-nessuno-caso-ci-sarebbe-stata-una-tassa-sulle-bistecche…

Una vittoria fantastica che potrà solamente fare accrescere la consapevolezza.

Inoltre c’erano parecchi Membri del Parlamento critici nei confronti, da noi messi all’attenzione, del fatto che la Famiglia Reale Olandese riceve un sussidio di 1,6 milioni di Euro per esercitare il loro hobby: sparare per divertimento i cervi, cinghiali ed caprioli nei boschi del Palazzo Loo, vicino ad Apeldoorn.

Ampio era anche la richiesta di risparmiare sulla Famiglia Reale, o tramite la sospensione del sussidio per il dipartimento della caccia, oppure facendoli fare pagare l’IRPEF come tutti altri Olandesi, oppure impedirli di costruire una casa vacanza in Mozambico per il quale i cittadini Olandese devono pagare le spese della sicurezza, e gran parte delle spese di viaggio per raggiungerlo.

Nonostante il fatto che le proposta non hanno ottenuto una maggioranza, perche il Partito Cristiano Democratico assieme ai suoi alleati di coalizione lo hanno bloccato, si è notato che il peso della decisione sulle questioni si sta muovendo. Decadenza anti-animale è respinta sempre su scala più larga ed il cambiamento verso una società vegetale sta prendendo sempre più piede.
Certamente anche dopo il rapporto recente di Tara Garnett

Stiamo vincendo!

Alla prossima settimana, saluti,

Marianne