Worldlog Settimana 04 – 2011


28 gennaio 2011

La settimana scorsa ho chiesto al Ministro degli Interni e delle Relazioni del Regno chiarimenti riguardante possibile illegittimità alle prossime elezioni provinciali del 2 Marzo 2011. I residenti dei comuni oltremare Olandesi , Bonaire, St. Eustatius e Saba (le cosiddette isole-BES)non possono votare perché non vivono in una provincia. Cosi non potranno avere nessuna influenza sulla composizione della Prima Camera.

Per dare il diritto di voto ai residenti delle isole-BES, alle elezioni provinciali, serve una modifica della costituzione. Il fatto che gli abitanti delle isole-BES non hanno il diritto di voto indiretto per il Senato, non solo viola la nostra costituzione, ma anche il principio di uguaglianza nelle convenzioni internazionali. Noi troviamo inaccettabile che un gruppo di Olandesi non ha il diritto di voto al queste elezioni nazionali. Come possibile soluzione ho proposto di inserire i residenti delle isole-BES al seggio elettorale principale dell’Aia, cosi come avviene anche per le elezioni del parlamento e le elezioni europee. Stiamo a vedere!

La settimana scorsa ho riferito sul dibattito d’urgenza che avevamo chiesto per il rifiuto del sottosegretario Bleker di pensare ad una soluzione alternativa all’annuale uccisione di circa il 80 percento dei cinghiali selvatici olandesi. Fortunatamente ormai è noto che Bleker non è più contrario ad uno studio per trovare alternative all’uccisione di questi cinghiali. Per quanto riguarda noi si potrebbe fare più velocemente,ma comunque consideriamo le promesse del sottosegretario come un inizio promettente.

Inoltre ho chiesto al sottosegretario Bleker ed i ministri degli Interni, e la Sicurezza e Giustizia delucidazioni sulla deroga concessa dalla provincia di Flevoland per l’uso di luce artificiale e silenziatori durante l’uccisione di volpi e conigli. L’uso di fari, silenziatori , amplificatori di luce e apparecchi di registrazione audio visuale sono vietati come mezzi di caccia e causano un notevole stress agli animali. Nonostante ciò la provincia Flevoland ha rilasciato una deroga, motivando che l’uccisione di volpi e conigli sarebbe necessario nel’interesse della sicurezza pubblica. Fortunatamente il tribunale di Zwolle-Lelystad ha stabilito che questo non era legittimo!

Cittadini preoccupati hanno iniziato in Russia una petizione chiedendo una legislazione nazionale per la protezioni degli animali. Attualmente in Russia gli animali non sono protetti e questo causa maltrattamento aggravato e gravi problemi di benessere animale. Aiuta gli animali Russi e firma la petizione indirizzato al primo ministro Putin!

Alla prossima settimana,
Marianne