Nei Paesi Bassi e‘ piu‘ protetta contro l’in­cendio la carta igienica che gli animali


29 maggio 2018

Negli ultimi 10 anni muiono circa 200.00o animali all’anno nei Paesi Bassi in modo crudele a causa di incendi nelle stalle. Il Partito per gli Animali sottolinea la posizione dei pompieri: la prevenzione degli incendi nelle stalle e’ una scelta politica, ma la politica continua a non farci niente. La carta igienica e’ piu’ protetta nei Paesi Bassi che le galline, le mucche e i maiali, dice il partito. Il Partito per gli Animali vuole che il governo prenda in mano la situazione e chiede di cambiare il sistema agricolturale.


Gli attivisti olandesi chiedono l’attenzione per i maiali che sono morti in uno degli incendi nelle stalle

Il bestiame non riceve alcuna tutela contro gli incendi nelle stalle; secondo il Partito per gli Animali e’ quindi la politica coresponsabile per le tante vittime fatali. Nel 2017 sono morti addirittura 229.000 animali a causa di incendi. Dall’inizio del 2018 sono morti 95.000 animali da incendi nelle stalle. Dal 2013 i criteri per le nuove stalle sono minimamente piu’ rigorose grazie anche ad una mozione del Partito per gli Animali, ma ancora non e’ obbligatrio la presenza di alcun apparecchio antincendio o un alarme antincendio. In piu’ le regole non vengono quasi mai controllate.

Carta igienica contro animale
Le stalle sono altamente infiammabili. Ad esempio la probabilita’ di un incendio in una stalla di galline e’ otto volte quella di un incendio in una casa. Nel 2017 il Partito per gli Animali ha proposto una mozione che chiede delle misure aggiuntive per ridurre il numero di incendi nelle stalle e anche il numero di animali che muoie negli incendi. Questa mozione e’ stata rigettata dai partiti liberali e cristiani nella Camera Olandese.

Probabilmente parlano i soldi, la decisione viene presa considerando i costi e i benefici. In questo bilancio l’animale e’ un affare con un valore economico, non un essere vivente con dei sentimenti che ha il diritto di sopravvivere un incendio. Il Partito per gli Animali osserva che e’ meglio essere carta igiencia che non una gallina. Il parlamentare del Partito per gli Animali Frank Wasserberg:

“Esistono regole per prodotti infiammabili, come la carta igienica, ma le stalle per gli animali non hanno nessuna tutela legislativa, come ad esempio un’istallazione di antincendio. Nel momento che vi sia un incendio si sa gia’ l’esito: gli animali muoiono in modo crudelissimo.”

Cambio del sistema


Parlamentare del Partito per gli Animali Frank Wasserberg parla nella Camera

Il Partito per gli Animali vuole non solo delle misure e breve termine per tutelare gli animali contro gli incendi nelle stalle, ma trova anche che dobbiamo organizzare in modo diverso il nostro sistema agricolturale: un sistema senza la danneggiosa industria del bestiame intensiva, con piu’ attenzione per l’agricoltura biologica, locale e vegetale.

Molti report scientifici negli ultimi anni, come quello delle Nazioni Unite e dell’Universita’ di Oxford consigliano ai governi di cominciare la transizione verso meno proteine animalesche e piu’ proteine vegetali.

Wassenberg: “Andando contro le raccomondazioni scientifiche, il nostro governo continua a spingere per un’ulteriore crescita dell’industria del bestiame. L’ottanta percento della nostra industria del bestiame viene esportato all’estero. I Paesi Bassi vogliono essere il macellaio e il latteificio dell’Europa, nel modo piu’ economico possibile. Deve cambiare tutto il sistema. Gli animali sono essere viventi con sentimenti. Dobbiamo gestire questa consapevolezza in maniera etica. Dobbiamo vedere gli animali soprattutto come animali e dobbiamo farli poter mostrare il loro comportamento naturale. Questo non e’ possibile nelle stalle dove sono insieme con deciniaie di migliaie di altri animali. Dobbiamo andare verso una riduzione del settore del bestiame, non solo per le interessi dell’animale, ma anche nelle interessi dell’uomo e del nostro pianeta.”