Worldlog Settimana 3 – 2015


12 gennaio 2015

Prima di tutti i migliori auguri per il nuovo anno! Anche nel 2015 confermiamo il nostro impegno per un mondo migliore per le persone, gli animali, la natura e l’ambiente.

Purtroppo, il 2015 ha iniziato con un evento che ha scioccato il mondo. Dodici persone sono state uccise in un attacco contro la sede del settimanale satirico Charlie Hebdo. Questo tipo di terrorismo è spaventoso, e dovremmo superare il terrorismo e la paura. Migliaia di persone, anche nei Paesi Bassi, sono scese in strada per esprimere la loro compassione e solidarietà. Charlie Hebdo fa anche vignette sui diritti degli animali. Peta ha scelta i 10 migliori.

wl1

Il nuovo anno è stato di nuova accompagnata da un sacco di fastidio di botti e fuochi d’artificio. Quest’anno nei Paesi Bassi si sono limitato gli orari per accendere i fuochi, ma noi continuiamo a invocare la fine dei fuochi d’artificio dei consumatori. La maggioranza della popolazione olandese è d’accordo con noi che dobbiamo porre fine ai fuochi d’artificio per i privati, ma finora noi le nostre mozioni a riguardo sono state respinte dal Parlamento.

wl2

Posso riflettere su un anno 2014 molto intenso e pieno di successo. Le elezioni amministrative a marzo hanno portato a un raddoppio nostro numero di seggi nei consigli comunali. Attualmente abbiamo un seggio in 12 comuni. Poco dopo abbiamo ottenuto oltre il 4% dei voti alle elezioni europee. Anja Hazekamp ora combatte come parte del gruppo Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica nel Parlamento europeo per gli interessi del nostro pianeta.

wl3

In parlamento abbiamo ottenuto molti successi. Abbiamo ottenuto grandi successi nella lotta contro la mortalità delle api, l’inquinamento della natura e rischi per la salute causato dall’uso di pesticidi agricoli. Finalmente si porrà fine al taglio della coda di maiale, mucche legate non possono più ricevere scosse elettriche e polli, anatre e altri uccelli non possono essere più appesi vivi nella linea di macellazione. Una mia mozione ha posto fine al sistema di autocertificazione durante i trasporti degli animali e un sistema GPS nei camion-bestiame sarà obbligatorio. Inoltre i Paesi Bassi s’impegneranno per un divieto europeo sulla lana d’angora e prenderà una posizione più dura contro la caccia alle balene e il massacro dei delfini.

In giro per il mondo è stato fatto molto per gli animali. Guarda qui le 10 più importanti vittorie per la conquista dei diritti e il benessere degli animali nel 2014. Alla fine di dicembre un giudice in Argentina ha ritenuto che l’orang-utan Sandra è una persona non-umana e che deve avere dei “diritti personali”. Questo significa che non possa più rimanere nello zoo perché ciò la renderebbe depresso. Dopo 20 anni allo zoo Sandra andrà a breve presso una struttura di accoglienza causa la sua complessa capacità cognitiva ed emotiva.

wl4

Questo documentario interessante mostra quanto è grande l’influenza delle multinazionali sul nostro cibo. Scioccante!

Dall’inizio di un nuovo anno fanno parte anche i buoni propositi, e li ho anch’io. L’inizio di quest’anno si concentrerà sull’espansione nostra rappresentanza nelle elezioni provinciale, i consorzi delle acque e il Senato. Anche nel 2015 continuiamo il nostro impegno per un mondo sostenibile e la fine dell’agroindustria!

Cordiali saluti, Marianne