Worldlog Settimana 27 – 2012


2 luglio 2012

Ieri i nostri membri hanno approvato il programma per le elezioni durante il congresso del partito. Si è anche finalizzato l'elenco dei candidati ed abbiamo dato l'avvio ufficiale per la campagna elettorale. E' un piacere! Vedete qui sotto le foto della giornata.

Ho trovato in internet una relazione fantastica di Philip Wollen. Guardate qui la relazione ‘Animals Should Be Off the Menu’, ve la raccomando caldamente.

Ho trovato un filmato orrendo sull'industria dei maiali in Inghilterra. Questo tipo di situazione deve fermarsi il prima possibile. L'agricoltura non è un'industria e gli animali non sono delle macchine. Un'agricoltura sana è priva di veleno, è regionale, ha rispetto per gli animali e porta un buon stupendio al contadino.

Il primo passo verso un mondo sostenibile dove tutti abbiano da mangiare è un'abitudine di mangiare i vegetali. Il coltello e la forchetta sono le armi più importanti contro la sofferenza degli animali, la fame e la perdita della biodiversità. Inoltre, bisogna ridurre il bestiame per ridurre i rischi per la salute. Grazie all'allevamento del bestiame intensivo, gli animali sani vengono riempiti con antibiotici, risultando nella resistenza di alcuni antibiotici causata dal consumo di carne. Guardate questo filmato.

Fortunatamente vi sono anche degli sviluppi positivi. In questa ottica terrà luogo la conferenza "Minding Animals" dal 3 al 6 luglio nei Paesi Bassi. Parleranno degli scienziati, ma anche protettori degli animali ed esperti di etica sul benessere degli animali e sui diritti degli animali. E' la seconda volta che la conferenza tiene luogo. Purtroppo non riuscirò ad esserci, ma trovo l'iniziativa stupenda. Cliccate qui per trovare più informazioni sulla conferenza.

Oggi Professore Peter Singer parla di "Animal Politics" ai nostri membri nella aula storica della Camera. L'australiano Peter Singer è famoso in tutto il mondo come professore all'Università di Princeton, filosofo ed uno dei fondatori delle considerazioni etiche intorno ai diritti degli animali. La settimana prossima vi darò più dettagli sulla sua lettura!

Arrivederci!

Marianne