Worldlog Settimana 05 – 2011


4 febbraio 2011

Mercoledì della settimana scorsa avevamo un dibattito nella camera su tutti i modi di tenere gli animali. Ho parlato di megastalle (stalle di bioindustria che a volte misurano 2,5 ettari) nei Paesi Bassi. Ho chiesto al sottosegretario di Agricoltura di mettere un moratorio su queste megastalle, visto le grandi proteste nel paese contro l’arrivo di queste stalle. Purtroppo il sottosegretario non se la sentiva, poiché dobbiamo anche “considerare le interesse della gente che lavora nel settore”. Ho valutato la opinione delle altre frazioni su un moratorio e il Partito per la Libertà (PVV, il Partito di Geert Wilders), mi ha risposto durante il dibattito di essere in favore, quindi sembra possible raggiungere una maggioranza per la mia proposta.

Secondo alcune indagini fatte dall’organizzazione per l’ambiente “Milieudefensie” (difesa dell’ambiente), il numero di megastalle aumenta rapidamente. Mentre nel 2005 non vi erano nemmeno cento di queste megastalle, ora vi sono già 242 nei Paesi Bassi! Siccome i dirigenti delle Provincie, soprattutto del CDA, il liberale VVD e il Partito per il Lavoro (PvdA), faranno di tutto per facilitare ulteriormente l’aumento delle megastalle, noi chiediamo un moratorio nazionale sulla costruzione di megastalle, per prevenire un’ulteriore crescita.

Sicuramente le megastalle domineranno la campagna per le elezioni delle Provincie, e dobbiamo a tutti i costi evitare che alcuni dirigenti della provincia all’ultimo momento accelerino l’aumento della bioindistria. Il divieto di costruire le megastalle deve essere nazionale prima di arrivare al punto dove la campagna abbia già subito una metamorfosi irreversibile.

Nelle ultime settimane il lavoro della camera è stato dominato dal tema Afganistan. Il presente governo di VVD e CDA vuole inviare una missione di polizia a Kunduz, una provincia in Afganistan. La polizia olandese farà dei traning a poliziotto afgani, sotto la supervisione di militari. Il Partito per gli Animali ha votato contro la missione in Afganistan ed ha saputo che purtroppo i partiti dell’opposizione, D66, CU e Groenlinks (SinistraVerde) hanno aiutato il governo a supportare questa missione.

Il Partito per gli Animali non si fida assolutamente che il training dei poliziotti, che durerà 18 settimane, e che comprende l’insegnamento di leggere, scrivere e le attivatà della polizia, abbia una possibilità di aver successo. Anche il fatto che questo “training” debba essere accompagnato da quattro F16 e 165 militari della NAVO, non ci da fiducia sul carattere civile della missione. Al Partito per gli Animali piace collaborare con i paesi in sviluppo, ma non piace questa missione paramilitare.

Infine, siamo nella campagna delle elezioni per le Provincie che avrà luogo il 2 marzo. I primi poster per la campagna sono stati distribuiti e i primi dibattiti sono stati fatti. Nelle prossime settimane ci troverete in tanti posti nei Paesi Bassi per chiedere attenzione per il nostro messaggio: Animali, Natura e Ambiente in tutte le Provincie!

Alla prossima settimana!

Marianne